Nutrimento biologico, posizioni per allattare

Tutte noi conosciamo la classica posizione per allattare, seduta col bimbo a culla. In realtà non è la posizione più “naturale”…avete mai visto una scimmia con lo scimmiottino a culla?? Sarebbe bene conoscere altre posizioni per stimolare tutte le zone del seno e facilitare l'attacco del bebè. La posizione più fisiologica, indicata fin dalla nascita è quella detta “Nutrimento Biologico”. 
La madre è semisdraiata e il piccolino appoggiato sopra di lei, in verticale  o di traverso, con la testa all’altezza del seno, meglio se nudi: la madre può sostenerlo appoggiando una mano sulla schiena del bimbo, o tenendolo dai fianchi. Questa posizione favorisce l’attivazione dei riflessi primitivi spontanei del bebè: muovere la testa, avanzare, aprire la bocca, leccare, prendere il seno. In questa poszione il piccolo ha bisogno di meno aiuto per attaccarsi correttamente. E’ una posizione indicata  in caso di forte riflesso di emissione, per attenuare il flusso del latte, e in caso di coliche e dolori al pancino: il contatto pelle a pelle, pancia contro pancia, favorisce la motilità intestinale e la digestione. L'uso di una fascia può aiutare la mamma a tenere il bimbo a lungo in questa posizione: è molto indicata per i prematuri e per i nati sottopeso, perché li aiuta a mantenere stabile il calore corporeo, a non dispersere energie, e ad assimilare più velocemente il nutrimento. E' una posizione comoda anche per la mamma: in questa posizione la mamma può concedersi un riposino lasciando il neonato libero di poppare e riposare con lei. 
Altre posizioni sono approfondite nella sezione domande frequenti.

Bibliografia: "Nutrimento biologico" -Colson 2002e 2008
Allattare un gesto d'amore di Paola Negri

Nessun commento:

Posta un commento