CAMPAGNA NAZIONALE DIFESA LATTE MATERNO DAGLI INQUINANTI

per aderire clicca quì.
per vedere il manifesto clicca quì.

Il latte materno è un Bene Comune di inestimabile valore. È forse il primo bene, il primo dono d’amore che un piccolo riceve nella vita. Non è uguagliabile da alcun sostituto artificiale o animale. È fonte di benessere e salute per la mamma e per il bambino, ma anche per la società e per l’ambiente, ma mai come oggi, al pari di altri beni comuni, è minacciato dal profitto e dall’inquinamento e va pertanto difeso e salvaguardato...

Così si apre il manifesto per la difesa del latte materno da agenti inquinanti, di cui il nostro piccolo gruppo di mamme, il GAAF, è tra i promotori attivi.
La campagna è promossa da varie associazioni di Medici e di genitori, di rilievo nazionale ((ISDE – Associazione Medici per l’Ambiente, ANDRIA associazione scientifica,  IBFAN Italia, MAMI – Movimento Allattamento Materno Italiano, ACP – Associazione Culturale Pediatri, Minerva p.e.l.t.i. onlus, PeaceLink, Gruppo Allattando a Faenza, Mamme per la Salute e l’Ambiente onlus – Venafro)) che, con diverse mission, si sono trovati sotto il comune denominatore della protezione della salute infantile, nel nostro Paese sempre più minacciata da impianti industriali e di smaltimento dei rifiuti che rilasciano nell'ambiente sostanze altamente tossiche quali la diossina.
Il latte materno “inquinato” (che, precisa il Manifesto, è comunque preferibile ai latti in formula perché garantisce comunque esiti di salute migliori per i bambini, i quali sono già stati esposti in utero ad agenti tossici) diventa il simbolo, la cartina al tornasole, dell'entità dell'inquinamento ambientale.
Tra le azioni che la Campagna si propone c'è la ratifica della convenzione di Stoccolma, la richiesta di attuazione di un biomonitoraggio a campione del latte materno, per mappare le zone più inquinate e rendere consapevoli i cittadini di informazioni che spesso vengono occultate.

Stiamo organizzando un convegno pubblico e una conferenza stampa per il 19 marzo 2012 a Roma, se desiderate vi terremo aggiornati.
Per chi vuole organizzare banchetti per raccolta firme cartacee, contatti la segreteria del Comitato. difesalattematerno@gmail.com; 0546060386

Nessun commento:

Posta un commento