ORE 18 ORA X – OVVERO SIAMO TUTTI PIU' IRRITABILI


Spesso succede che il piccolo è particolarmente irrequieto verso sera (chi non lo è anche
gli adulti lo sono dopo una lunga giornata...) spesso le 18 circa rappresentano per molte
mamme l'ora X in cui il bebè è irritabile, si lamenta, si attacca e si stacca continuamente al
seno...e la mamma dubbiosa teme di avere poco latte. 
Il bimbo può piangere per tanti motivi, per stanchezza, per il nervosismo che sente nell'aria, per fame, per l'aria nel pancino, perché sta attraversando uno scatto di crescita e quindi richiede di più, o perché il riflesso di discesa del latte è rallentato a causa dello stress e della stanchezza accumulato dalla mamma nell'arco della giornata...Quest'ora critica inoltre coincide con il rientro a casa dei membri della famiglia, con le faccende domestiche, con la preparazione della cena, con il bisogno
di attenzione dei fratellini o dei famigliari. Che fare?
Se possibile stare calme, e continuare ad allattare a richiesta. Il contatto con la mamma e il ciucciare al seno hanno un effetto calmante sul piccolo, aiutano la motilità intestinale e stimolano una maggiore produzione di latte. Un consiglio importante: non abbiate aspettative esagerate sul piccolo e non temete di "viziarlo", è assolutamente naturale e fisiologico per un bimbo di pochi mesi ricercare il contatto continuo con la mamma soprattutto in momenti di stress, stanchezza, nervosismo...Ovviamente la mamma può sentirsi molto stanca. Cercate aiuto dai familiari, anticipate l'orario della nanna, andando a letto, se possibile, con il piccolo. Il buio, il silenzio, allattare da distese, il riposo, aiutano il riflesso di discesa del latte e stimolano la prolattina. Altre mamme hanno provato a dare aggiunte di latte materno estratto durante l'arco della giornata o della notte e conservato. In quest'ultimo caso sarebbe importante non utilizzare il biberon nel primo mese di vita, per evitare che il bimbo confonda la modalità di suzione. Si può utilizzare un bicchierino, una siringa, un cucchiaino...

Nessun commento:

Posta un commento